Questo script serve a gestire i cookies
 
» Home Page

CASA DEL SUONO

La Casa del Suono 
 
Quando oggi si parla di musica e tecnologia, non ci si riferisce a un aspetto secondario dell’espressione musicale: ma si parla della musica, di tutta la musica così come quotidianamente viene da tutti ascoltata.
A questo argomento è dedicata la Casa del Suono, la terza fra le strutture che la Casa della Musica di Parma ha progettato e gestisce direttamente, dopo il Museo multimediale sulla storia dell’Opera e la Casa natale di Arturo Toscanini. Rispetto a questi due musei, tuttavia, la Casa del Suono è una realtà molto particolare, sia perché è dedicata ad un argomento inconsueto e inafferrabile come il suono, sia perché non è un museo vero e proprio, ma un luogo dove, accanto a una esposizione di apparecchi di riproduzione e trasmissione sonora dalla fine dell’Ottocento fino ai giorni nostri, si organizzano attività didattiche e divulgative, attività di ricerca in campo musicale e scientifico, attività in campo artistico.
Una caratteristica che rende unica la Casa del Suono è il fatto di essere anche, essa stessa, uno “strumento musicale” basato sulla più aggiornata tecnologia elettronica: vale a dire un luogo dove, grazie a sistemi tecnologici di trattamento e diffusione del suono, possono essere eseguite composizioni musicali create appositamente per quei sistemi. Per tutte queste ragioni, la Casa del Suono non è solo un museo ospitato nella restaurata ex-chiesa di Santa Elisabetta, ma è un progetto multidisciplinare che la Casa della Musica dirige con la collaborazione stretta di realtà che operano a Parma – quali l’Università degli studi, attraverso le sue competenze in campo musicologico e scientifico, e la Fondazione Prometeo, dedicata in particolare alle esperienze artistiche che nel nostro tempo si avvalgono delle risorse tecnologiche più avanzate – e il concorso di altre istituzioni culturali, artistiche e scientifiche attive in Italia e all’estero.
 
La Casa della Musica Comune di Parma CNIT Fondazione Cariparma Università di Parma